AREA TEMATICA:

Ci voleva l’amministrazione 5 Stelle di Virginia Raggi per spostare di duecento metri le bancarelle che stazionavano davanti all’ingresso principale del Policlinico in viale Regina Elena.

Per anni l’amministrazione territoriale del Municipio si era barcamenata tra le richieste di decoro della cittadinanza e l’esigenza di mantenere buoni rapporti con la categoria ambulante. Così, un classico dell’amministrazione romana, tutto era rimasto immutato.
Una teoria di banchi proprio di fronte all’ingresso dell’ospedale, con il marciapiede ridotto a uno stretto spazio di pochi centimetri, un suk davanti a un importante luogo di cura.

Quando si ricerca solo il consenso elettorale e non si guarda ai problemi concreti da risolvere non si approda ad alcun risultato.
Ci voleva dunque l’impulso dell’amministrazione capitolina per riuscire a spostare le bancarelle, installando nuovi stalli a via Lancisi.

Un risultato importante per i disagi che queste recavano all’ospedale. La linea di Roma è di andare avanti con le delocalizzazioni, tutelando gli ambulanti che sono regola” ha sottolineato Virginia Raggi.
Dopo anni di inerzia le soste a rotazione, che di fatto ostacolavano pericolosamente il passaggio ed erano incompatibili per ragioni non solo di sicurezza ma anche di decoro, sono state finalmente trasferite. Ai 14 operatori coinvolti nel processo di delocalizzazione sono stati assegnati nuovi stalli in via Lancisi, più idonei all’attività di vendita su area pubblica. Abbiamo portato avanti un lavoro necessario e non più procrastinabile perché i suk arrangiati sui marciapiedi non possono essere più tollerati, soprattutto a ridosso di ospedali o stazioni ferroviarie, come stabilisce il nostro regolamento sulla riorganizzazione del commercio ambulante. Dopo aver liberato già numerose vie come la Tiburtina e la Tuscolana, la rivoluzione del decoro continua

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCEGLI UN ALTRO MUNICIPIO