AREA TEMATICA:

Da anni lo stadio Flaminio versa in condizioni di abbandono.
Per chi non lo sapesse (come quel candidato sindaco che ha dichiarato con faciloneria disarmante che andava demolito e ricostruito salvo poi correggersi e parlare di riqualificazione…) l’impianto – capolavoro di Pier Luigi Nervi – è sotto vincolo architettonico e non sono possibili interventi strutturali se non previa autorizzazione degli uffici competenti.

Già tempio del rugby azzurro, terreno di gioco della mitica Lodigiani e, durante i lavori di riammodernamento dell’Olimpico, stadio di Roma e Lazio, il Flaminio è purtroppo abbandonato a se stesso da troppo tempo ormai.

Uno dei primi passi dell’amministrazione capitolina 5 Stelle è stato comunque quello di procedere quanto meno a una bonifica dentro e fuori l’impianto.
Smaltito l’amianto che era stato depositato sotto la curva nord, sono stati rimossi quintali di rifiuti e restituita dignità alla struttura che rimane tuttavia inutilizzata in attesa che possa concretizzarsi l’interesse di qualche squadra romana (si è fatta avanti ultimamente la Lazio ma anche la Roma non ha escluso l’ipotesi di giocare lì).

Nel frattempo, il Campidoglio non è rimasto a guardare.
La sindaca di Roma Virginia Raggi ha presentato lo scorso anno il Piano di Conservazione dello Stadio Flaminio. Roma Capitale, con questo Piano, si e’ dotata di uno strumento che consentira’ la valorizzazione e il mantenimento nel tempo delle peculiari caratteristiche architettoniche e costruttive di quest’iconica struttura.

Lo studio che ha portato alla realizzazione del Piano e’ stato condotto dalla Sapienza, da DO.CO.MO.MO. Italia e dalla Pier Luigi Nervi Project Association, con un contributo della Getty Foundation.
Il Piano del Flaminio pone le basi per il processo di riqualificazione della struttura che non potrà essere snaturata architettonicamente ma che potrà ritornare al servizio della Capitale partendo proprio dallo studio realizzato sotto la amministrazione Raggi

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCEGLI UN ALTRO MUNICIPIO